ARCHIVIO

Multimedia
realizzati dal Lab
Docu-video :
2019

L’area del Chianti è stata spesso oggetto di studio per le sue caratteristiche geomorfologiche e peculiarità paesaggistiche. Il progetto di tesi, a cura di Sofia Gambini, Carolina Nassi e Jessica Tesi, affronta la lettura del paesaggio, attraverso un approccio multiscala, concentrandosi sull’analisi dei terrazzamenti realizzati con muretti a secco, che da sempre rappresentano uno degli scorci più iconici di quest’area e del nostro Paese. In particolare, il lavoro inquadra un vigneto terrazzato di Lamole, piccola frazione situata nel comune di Greve in Chianti, in provincia di Firenze, con l’obiettivo di comprendere le caratteristiche del vigneto e dei suoi terrazzamenti per poterlo tutelare nel tempo. La tesi è stata discussa brillantemente nella sessione di Aprile 2020 (Relatore: Prof. Grazia Tucci e Prof. Tessa Matteini).

2019

Geomatica per la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio.

3 giornate all’insegna della collaborazione multidisciplinare tra studenti di architettura e d’ingegneria nell’utilizzo di tecniche geomatiche integrate per il restauro dei monumenti. Gli studenti che hanno partecipato al seminario hanno potuto seguire lezioni teoriche a cura dei docenti del Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale (UniFi) e del Dipartimento di Architettura (UniNa – Federico II).

2019

Nella linea delle ricerche svolte sui ponti e sulle opere idrauliche storiche, oggi presentiamo una struttura importante ma poco conosciuta inserita in una infrastruttura di grande rilevanza ambientale come l’acquedotto Carolino: il ponte Carlo III a Moiano (BN). Il manufatto è uno degli elementi più significativi dell’Acquedotto Carolino che fu ideato da Luigi Vanvitelli, per alimentare le cascate della Reggia di Caserta e il complesso di San Leucio e ed è considerato una delle opere ingegneristiche e architettoniche più significative del Settecento. Il video illustra una parte del lavoro della Tesi magistrale in architettura “Rilievo 3D e HBIM per il restauro del Ponte Carlo III a Moiano“ discussa brillantemente da Camilla Santoni e Rosanna Massaro nella sessione di Aprile 2020.

2019

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha appena approvato le Linee Guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dei ponti esistenti. Il laboratorio Geco e il DICEA sono già da tempo impegnati con strumenti innovativi per l’analisi e la modellazione di queste strutture. Il video odierno presenta il contributo della Geomatica in un recente caso applicativo che unisce gli aspetti idro-morfologici dell’alveo dell’Arno e della struttura dei ponti tra i comuni di Lastra a Signa e Signa.

2020

“A general journey in Photogrammetry” is an ISPRS- WG V/1 project developed in the frame of Education and Capacity Building Initiatives, founded in 2018 by the Council. The project aims to produce and share new and updated educational and training resources useful for supporting tutorials, workshops, seminars about the latest advances in digital photogrammetry, considering that highly automated procedures for image orientation and dense image matching allow photogrammetry to become a widely used technique in ever more numerous fields and by increasingly less specialized operators.

Therefore, it is necessary to find new ways for teaching the fundamentals of the discipline to beginners and to update professional skills as well.

Team project: Grazia Tucci (University of Florence, Italy), Anjana Vyas (CEPT University Ahmedabad, India), Vikram Sorathia (Kensemble Tech Labs, India), Satwant Rihal (California Polytechnic State University, USA) ISPRS Technical Commission V – Education and Outreach
Producer: GeCo Lab University of Florence Grazia Tucci, Valentina Bonora, Lidia Fiorini, Erica I. Parisi

Executive producer: La Jetée

2021

Il video si sofferma su alcuni aspetti tecnici trattati nell’ambito del progetto di studio “Monitoraggio e restauro del pulpito di Giovanni Pisano nella chiesa di Sant’Andrea a Pistoia”, a cura del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale e del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Firenze, che si avvale del contributo di Friends of Florence.

In particolare, viene presentato il lavoro del Laboratorio GeCo (Geomatica per l’ambiente e la Conservazione dei beni culturali dell’Università di Firenze) che costituisce parte delle elaborazioni preliminari e fondamentali per i successivi interventi di messa in sicurezza e di restauro di questo capolavoro dell’arte gotica. L’integrazione delle elaborazioni ha consentito di realizzare un modello digitale tridimensionale, caratterizzato da un elevato livello di dettaglio in ordine alla morfologia e alle caratteristiche materiche, necessario per la predisposizione del progetto di restauro.

Una introduzione storico artistica del Pulpito di Sant’Andrea a Pistoia e una presentazione dei problemi dell’opera che richiederebbero un progetto di restauro del tipo di restauro che si rende necessario per l’opera sono stati raccontati in un precedente video.

Autore scientifico: Grazia Tucci con la collaborazione di Valentina Bonora, Alessandro Conti, Lidia Fiorini, Adele Meucci
Regia: Franco Montanari
Visual design e montaggio: Michele Brusutti
Riprese: Gianluca Savi, Alessando Cerbai (Laboratorio Multimediale)
Audio Editing: Guido Melis (Laboratorio Multimediale) 

Link alla parte prima

Copyright 2021 Università degli Studi di Firenze

2021

Il video parte da una presentazione del Pulpito di Sant’Andrea a Pistoia, e del suo artefice, Giovanni Pisano, e prosegue illustrando i problemi dell’opera che richiederebbero un progetto di restauro per essere superati. Il tema è al centro del progetto di studio “Monitoraggio e restauro del pulpito di Giovanni Pisano nella chiesa di Sant’Andrea a Pistoia”, a cura del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale e del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Firenze, che si avvale del contributo di Friends of Florence.

Un secondo video, dedicato al progetto, si sofferma sugli aspetti più tecnici del lavoro svolto dal Laboratorio GeCo (Geomatica per l’ambiente e la Conservazione dei beni culturali dell’Università di Firenze) che – dall’inquadramento topografico alle scansioni laser fino alla fotogrammetria – ha portato al rilievo e alla realizzazione del modello 3D, del “gemello digitale”, del pulpito.

Autore scientifico: Grazia Tucci con la collaborazione di Valentina Bonora, Alessandro Conti e Lidia Fiorini, Adele Meucci
Regia: Franco Montanari
Visual design e montaggio: Michele Brusutti
Riprese: Gianluca Savi, Alessando Cerbai (Laboratorio Multimediale)
Audio Editing: Guido Melis (Laboratorio Multimediale)

Link alla parte seconda

Copyright 2021 Università degli Studi di Firenze

2019

A virtual visit in 3D to the exhibition “OMAGGIO A COSIMO I. Una biografia tessuta. Gli arazzi seicenteschi in onore di Cosimo I – Weaving a Biography. 17th century tapestries in honour of Cosimo I”, concluded last September 29th at Palazzo Pitti in Florence.

Visiting researcher, stage e tirocini .

Il Laboratorio ospita ricercatori esterni ad UniFI e studenti per lo svolgimento di stage e tirocini.

SEZIONI ARCHIVIO

RICERCHE

I progetti-chiave della storia del Lab

Formazione

corsi I e II ciclo, seminari, workshop​

eventi

convegni, mostre, conferenze

TEAM GeCo

le persone

Portfolio media

Docu-video, 3D models