• Urbano e Ambientale
  • Metodi integrati per il rilievo e il georiferimento di aree urbane: il centro storico di Asciano

Metodi integrati per il rilievo e il georiferimento di aree urbane: il centro storico di Asciano

2007

Oggetto del rilievo e finalità

Il territorio del comune di Asciano si trova al centro del sistema collinare argilloso noto come Crete Senesi. La comunità ascianese diventa una curtis regia nel periodo longobardo (dal 568 al 774), quando si cinge di mura e fortificazioni di difesa del castello per la rilevanza sociale e militare acquisita. Delle strutture della prima fortificazione del nucleo abitato, risalenti al periodo longobardo e distrutte nel 1234 dai fiorentini ghibellini, non si conserva più alcun resto. La cerchia muraria oggi visibile, costruita nel XIII secolo, ha perso la sua originaria funzione e la sua unitarietà a causa dell'addossamento di nuovi fabbricati, per le pressanti esigenze di espansione edilizia cittadina, e della demolizione di tratti fatiscenti e della riduzione a semplici muri di contenimento.
Obbiettivo del presente lavoro è riprodurre un campione significativo della cinta muraria a supporto dei futuri interventi di conservazione e manutenzione. A tal scopo si illustra l’esperienza didattica di rilievo integrato effettuata nell’ambito dei corsi di Topografia e Rilievo Fotogrammetrico dell'Ambiente Urbano, approfondita in occasione di una tesi di laurea magistrale in architettura.


Strumenti e metodi

Sono state applicate tecniche di rilievo topografico satellitare per il posizionamento assoluto delle porzioni indagate; tecniche topografiche classiche per la realizzazione della rete di inquadramento, per la misura dei target fotogrammetrici e per la misura dei punti naturali di dettaglio della pianta e degli alzati; tecniche di fotogrammetria semplificata per la realizzazione di fotopiani controllati.

asciano_01.jpg
Schema della rete topografica: in evidenza le porzioni di mura rilevate

La rete è stata georeferenziata direttamente in campagna mediante l’utilizzo delle correzioni differenziali d’area provenienti dal centro di calcolo di Firenze per la Rete di SP Toscana. Successivamente sono state anche calcolate baseline statiche con la stazione permanente più prossima ad Asciano (Siena). Gli scarti tra le due tipologie di determinazione sono di entità centimetrica, quindi più che esuberanti per la specifica applicazione.
asciano_02.jpg
Modello wireframe di una porzione di mura con indicazione della rete topografica


Output grafici

asciano_03.jpg
Sviluppo fotomosaicato di una porzione delle mura

asciano_04.jpg
Modello 3D con texture fotografica


Credits

Rilievo topografico: Grazia Tucci, Valentina Bonora, Alessia Nobile
Rilievo GPS: Stefano Nicolodi
Restituzione grafica: Alessia Nobile

Questa ricerca è stata sviluppata in occasione della convenzione di ricerca Rilievo e documentazione
della cinta muraria e del centro storico di Asciano
stipulata tra l’Università degli Studi di Firenze (coordinamento scientifico: prof. G. Tucci, ing. L. Bianchini) e l’Amministrazione comunale di Asciano.

Bibliografia

Nobile A., Le mura di Asciano (Siena): un’esperienza di rilievo integrato per il progetto di restauro . Tesi di Laurea Magistrale in Architettura, Università degli Studi di Firenze, a.a. 2006-2007 (Relatore: Tucci G./ Correlatore: Angeloni A.)