• Urbano e Ambientale
  • Esperienze di documentazione di un paesaggio fluviale: l’Ombrone Grossetano

Esperienze di documentazione di un paesaggio fluviale: l’Ombrone Grossetano

2013

Oggetto del rilievo e finalità

L’ Ombrone è il più grande fiume della Toscana meridionale, nasce sul versante sudorientale dei Monti del Chianti e dopo un corso molto articolato sfocia nel Mar Tirreno a sud-ovest di Grosseto. E' caratterizzato da una significativa portata di sedimenti in sospensione, a causa dell'alta erodibilità dei terreni argillo-sabbiosi su cui scorre. Il regime pluviometrico è marcatamente stagionale, con periodi di magra estremi in estate e piene turbinose in autunno.

Il rilievo di un tratto del fiume Ombrone Grossetano, in prossimità della frazione Sasso d’Ombrone, nel comune di Cinigiano (GR) ha visto la collaborazione del Laboratorio GeCo e del gruppo di ricerca in Ingegneria Idraulica (prof. Enio Paris), con l’obiettivo di sperimentare l’applicazione delle tecniche avanzate di rilievo 3D al monitoraggio degli argini e della vegetazione spondale.

tratto di fiume Ombrone oggetto del rilievo
Inquadramento del tratto di fiume Ombrone oggetto del rilievo


Strumenti e metodi

Vista l’estensione del tratto di fiume da rilevare e le caratteristiche morfologiche dell’intorno, si è deciso di realizzare le prime acquisizioni da piattaforma aerea a bassa quota: sono stati eseguiti 4 voli alle quote di +100 m e di +150 m.

drone FlyGeo
Gruppo di lavoro con aeromobile a pilotaggio remoto FlyGeo


Output grafici

Dopo l’allineamento e la referenziazione sono stati calcolati i modelli di punti ad alta risoluzione, e le relative mesh. Nel primo caso, il modello realizzato comprende l’intera estensione rilevata, mentre nel secondo caso l’area più a valle. Questa scelta è stata dettata dalla necessità di valutare la leggibilità del modello, in funzione della risoluzione, allo scopo di riconoscere e quantificare la vegetazione arbustiva spondale.

modello di superficie
Modello di superficie con camere orientate