Certaldo Alto

1998

Il lavoro è stato sviluppato in occasione del progetto Cofin 1988 "Sviluppo di un sistema informativo territoriale finalizzato al progetto di conservazione dei centri storici" (Coordinatore nazionale prof. M. Dezzi Bardeschi, responsabile dell'Unità Locale prof. G. Cruciani Fabozzi).

Il capitolato per la realizzazione della cartografia è stato predisposto dal prof. F. Guzzetti, Politecnico di Milano.

Le immagini aeree sono state fornite dalla Regione Toscana.

Le misure topografiche di appoggio sono a cura di P. Mattia, Ril-fo.to s.n.c., Rozzano (Milano).

Coppia di fotogrammi aerei utilizzati per la restituzione
Coppia di fotogrammi aerei utilizzati per la restituzione

Carta dei tetti (originale in scala 1:500)
Carta dei tetti (originale in scala 1:500)

Ortofoto digitale del centro antico (originale in scala 1:500)
Ortofoto digitale del centro antico (originale in scala 1:500)


Applicazione GIS

L'acquisizione di dati sui centri antichi e sui Beni Culturali in generale può essere finalizzata sia ad una fruizione di tipo divulgativo, sia ad analisi dello stato di fatto per appropriati programmi di conservazione e recupero. Ricorrendo alla tecnologia GIS si è costituita una banca dati dello stato di fatto e delle trasformazioni subite dal tessuto urbano, strumento aperto e flessibile, pronto ad essere interpretato, modificato, integrato. E' in questo modo possibile verificare la corrispondenza di lavori di conservazione con le previsioni di norma e tenere sotto controllo le trasformazioni architettoniche.

Certaldo Alto (Siena) </div></main>
						</div>
					<div class=