PRIN 2004

Fotogrammetria e 3D scanning per un modello digitale finalizzato alla conservazione programmata di strutture architettoniche

responsabile nazionale: prof. Carlo Monti
responsabile Unità Locale 10: prof. Grazia Tucci

L'approccio ai beni culturali, alla scala dell'intervento architettonico conservativo, non consente l'uso di procedure completamente standardizzate ed è pertanto un interessante campo applicativo per l'elaborazione e la sperimentazione di nuove tecniche di rilievo e documentazione.

L'esperienza maturata in questo settore dal gruppo di ricerca ha portato alla formulazione di criteri di intervento in grado di garantire sistematicità e velocità del rilievo. L'aggiornamento periodico diviene così possibile in un contesto metricamente corretto e controllabile. Le nuove tecnologie basate su sistemi active sensing, se integrate correttamente in un progetto di rilievo, si rivelano complementari alle procedure topografiche e fotogrammetriche già consolidate e consentono una maggiore uniformità della restituzione in cui la non selettività dei dati acquisiti va a vantaggio della loro completezza.

La fotogrammetria infatti, consente di produrre modelli 3D alla scala, al dettaglio e con l'accuratezza desiderata ma i costi e i lunghi tempi impiegati per la strutturazione dei dati ne fanno ipotizzare un utilizzo più circoscritto al controllo metrico e all'appoggio per le acquisizioni con scanner piuttosto che alla restituzione punto per punto del modello stesso. È nell'integrazione tra le osservazioni, comprese quelle provenienti da altri sensori (come GPS), che si intende proseguire la ricerca cooperando con le altre unità operative, impegnate nelle stesse problematiche applicate ad altri settori dei Beni Culturali (dal rilievo architettonico agli elementi scultorei). La feconda sinergia che deriva da un approccio multiscalare permetterà di condividere gli obiettivi e di porre interrogativi su un ampio spettro di applicazioni consentendo il confronto e stimolando risposte appropriate.

Slides in occasione del Convegno STIFET 2005, Palermo.